missionealbania

Home » Uncategorized » 20 aprile 2020: Una Pasqua diversa

20 aprile 2020: Una Pasqua diversa

Carissimi,
solo ieri mi sono accorto di non aver aggiornato il blog la settimana scorsa… 🤷
Probabilmente l’aver provato a rispondere ai tantissimi messaggi di auguri che mi sono arrivati mi ha dato come l’impressione di avervi scritto… 🤣🤣🤣

Innanzitutto allora grazie di cuore a tutti, è sempre bellissimo sapersi in comunione anche se distanti, e scusatemi il ritardo con cui vi raggiungo ora 😉.

Anche qui a Mabë siamo ancora in quarantena, il governo non ha stabilito date di riapertura, ma abitando in un villaggio, con case piuttosto sparse, la vita non è cambiata granché. Il bar che dovrebbe essere chiuso, in realtà apre tutte le mattine dalle 7:00 alle 8:00 ed è molto frequentato dagli uomini del villaggio… Per il resto si fa vita di campagna. I contagi, molto contenuti, sono arrivati a 586 con 26 vittime. 

È stata sicuramente una Settimana Santa unica, diversa, una Pasqua che speravamo fosse di risurrezione non solo interiore…

In Albania le chiese sono aperte, ma non si possono fare celebrazioni con i fedeli. Con Goffredo e Tiziana abbiamo scelto però di preparare tutto normalmente, anche se avremmo poi celebrato in tre. Abbiamo fatto la lavanda dei piedi e l’altare della reposizione il giovedì, l’adorazione e il bacio della croce il venerdì, la veglia pasquale con la benedizione del fuoco e la processione il sabato notte…

Domenica pranzo di Pasqua tipico abruzzese con brodo, ravioli…; lunedì dell’Angelo abbiamo mangiato “fuori” (sul piazzale!!!), menù ancora più abruzzese con gli immancabili…

21 apr 02

Siamo stati toccati anche noi dalle liturgie celebrate da Papa Francesco. Abbiamo scelto di partecipare a quella del venerdì straordinario e alla Via Crucis del Venerdì Santo. Due momenti veramente forti.🙏
In genere non mi piace assistere alla liturgia attraverso la televisione, e anche per questo ho provato a proporre tramite il CMD celebrazioni domenicali della Parola da fare a casa, ma in quelle due circostanze il Papa è riuscito con i suoi gesti, i suoi silenzi, le sue parole, a dare un messaggio forte all’umanità in una piazza San Pietro incredibilmente vuota! Il Papa è riuscito a riempirla e a dare voce al grido dell’umanità. La vita è entrata nella liturgia e la liturgia ha illuminato la vita! Tutti ne siamo stati partecipi, tutti siamo stati coinvolti, nonostante lo schermo.☺️

Anche ora viviamo giorni di silenzio, di preghiera (stiamo continuando a celebrare Messa tutti i giorni, con voi e per voi), di ascolto, di riflessione…

Tanti i pensieri, tante le suggestioni, tante le provocazioni, che non è facile ordinarli e organizzarli, ma sto provando a farlo, soprattutto pensando al dopo, a cosa cambiare…🤔

Che questi giorni di isolamento forzato siano il germe di un futuro diverso, doglie del parto di una nuova umanità e di una nuova chiesa!♥️


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: